Sono Di Francesca Steven, fondatore di questa piattaforma, se siete in questa pagina è perché avete deciso di informarvi in merito al mondo web ed in particolare a come lavorare sul web. Non sono interessato ad allungare il brodo con parole inutili che potrebbero confondervi, mi concentrerò infatti su ciò che vi sarà utile per creare il vostro business online.

In rete si trovano diverse soluzioni offerte da fonti note che credono di possedere un metodo risolutivo e “corretto” per lavorare in rete, pensate che queste persone si credono veri e propri maestri stregoni della rete, e chiunque non segua alla lettera i loro consigli o punti di strategia non otterranno mai un pubblico. Avete notato qualcosa di diverso? Non ho parlato di “successo”, ma di “pubblico”. L’obbiettivo generale è sempre il raggiungimento del successo, ma in realtà cos’è il successo? Sicuramente ognuno di voi avrà la propria opinione personale ed interpretazione al riguardo, ecco perché il successo è relativo e mai qualcosa di veramente concreto.

Aspettate un attimo…avete ragione! Noi siamo italiani! Bando alle ciance, la soluzione è: “Non esiste una soluzione”.

Avete mai visto il film animato “Kung Fu Panda”? Se la risposta è “no”, allora guardatelo assolutamente, è fondamentale per lavorare nel mondo del web e non potete farne altrimenti. Se la risposta alla domanda è invece “si”, allora ricorderete che verso la fine del film, quando Po chiese al suo padre adottivo mr. Ping l’ingrediente segreto per la zuppa di spaghetti, il saggio padre gli rispose con molta enfasi: “Niente.“, “Non esiste un ingrediente segreto, per far si che una cosa sia speciale basta crederlo che sia speciale!”.

1. Crederci

E’ importante che voi crediate nel vostro progetto e che siate ambiziosi, se avete scelto il mondo del web non fatevi intimorire dalla concorrenza che è una banale scusante, in ogni mercato ci sono sempre stati più concorrenti, ed il titolo di campione alla fine di ogni gara se lo aggiudica il migliore, non il primo arrivato.

2. Studiare e lavorare

Ovviamente non puoi stare con le mani in mano, non basta credere in un progetto se non ci dedichiamo del tempo per il suo sviluppo, le idee possono essere ottime, ma alla fine ciò che conta sarà la sostanza. Per ottenere dei buoni risultati dovrai studiare e applicarti sul campo. Entrando nel mondo del web dovrai conoscere le metriche di funzionamento dei motori di ricerca e trovare uno stile personale di scrittura per coinvolgere il tuo pubblico.

3. Raggiungere il tuo pubblico

Ecco a voi una lista di possibili opzioni per raggiungere un pubblico online:

  1. Articoli scritti e impostati secondo ottica SEO (Regole per indicizzare sui motori di ricerca i vostri contenuti).
  2. Condivisione e creazione contenuti sui social network (Facebook, Instagram, Youtube).
  3. Produzione video (un video parla più di un’immagine o un testo scritto).
  4. Farsi pubblicizzare da qualche influencer o instaurare una collaborazione.
  5. No money need.

4. Search engine optimize (SEO)

Scrivere in ottica SEO vuol dire far comprendere al motore di ricerca che le informazioni contenute all’interno della nostra pagina siano correlate alla ricerca di un utente che fa utilizzo del motore. Prendendo in esempio Google:

  • Google deve sapere se la “keyword” o “parola chiave” utilizzata da un utente per la ricerca coincida col contenuto della nostra pagina.
  • User experience o “esperienza utente”, Google tiene alla qualità e a fornire al suo utente la risposta in modo più completo, attendibile e adesso negli ultimi anni anche in modo più istantaneo possibile.

Tenendo a mente che Google è un programma che segue delle regole (studiando e sperimentando), sono riuscito a comprendere il suo modo di indicizzare le informazioni, vedremo il lato pratico negli articoli successivi del corso.

La soluzione è mettere insieme tutte le informazioni correlate alla keywords che utilizzeremo (che sarà tema principale del nostro scritto) all’interno del nostro articolo. Seguendo il corso scoprirai strumenti e tecniche che ti permetteranno di fare ciò al meglio.

5. Share (Social)

I social network sono importanti per mantenere un pubblico attivo, ma non per invitare persone a leggere. Se avete intenzione di scrivere degli articoli e promuoverli sui social network tramite campagne pubblicitarie ti consiglio di fermarti subito! Al giorno d’oggi le persone hanno sempre meno voglia di leggere e dargli in pasto nella loro home o feed del social un contenuto pubblicitario di “un articolo da leggere”, personalmente mi sembra in generale una pessima idea! Se invece state pensando di creare dei contenuti video ed avete stabilito di poter spendere dei soldi per la sua promozione, allora l’idea potrebbe funzionare, ovviamente con le dovute configurazioni di campagna (targeting e mapping di interesse).

6. Rich content (Video e Immagini)

I video sono molto importanti se non fondamentali al giorno d’oggi, quindi maneggiare con programmi di grafica sia per i video che per le immagini è una buona idea (se non si ha un collaboratore disposto a creare e montare i filmati al posto tuo), inoltre se create un articolo dal contenuto unico sarà difficile che qualcuno raggiunga la vostra pagina da un motore di ricerca (proprio per la questione che l’avete creato voi), in questo caso scrivere un articolo in ottica SEO risulta inizialmente inutile, l’unico supporto per i contenuti unici sono i seguenti:

  • Condivisione sui social (pagine e gruppi correlati).
  • Collaborare con un influencer con già un pubblico possibilmente interessato ai tuoi contenuti.
  • Promozione (video) sui social.
  • Qualunque altra fonte che proti traffico sul sito.

editare i video per blog

7. Parthner (Collaborazioni e sponsor)

Per le collaborazioni spetterà a te (se singolo proprietario di un sito) o ad un membro del vostro team (se in gruppo), di cercare, mandare email, prendersi insulti e arrampicarsi sui vetri per ottenere una collaborazione o uno sponsor! Nulla è impossibile, basta trovare le persone giuste e disposte ad aiutarvi. Se il vostro progetto è valido e i vostri contenuti sono graditi, poche saranno le volte che vi sarà fatto un rifiuto formale, è più probabile non ottenere una risposta! Ricordate che “come voi” anche loro avranno i loro impegni da compiere!

come collaborare online

8. Investire il tempo al posto del denaro (No money)

Create i vostri contenuti in ottica SEO, condividete sui social, ma inizialmente non siete tenuti a spendere soldi per la promozione. Come disse l’autore best seller del libro di business “F.U Money” Dan Lok: “Per creare un business non servono soldi, ma una buona strategia”. Questo uomo del business ha fatto un video dove in lingua inglese vi spiega questo concetto con esempi pratici e realmente accaduti.

Per questo articolo è tutto, nel prossimo riprenderemo il “Punto 1”, e scopriremo a livello pratico come creare un articolo in ottica SEO, utilizzeremo strumenti come Google Analytics, Google Trends e Google Adworks.