Essere totalmente anonimi e quindi navigare su Internet in modo anonimo è praticamente impossibile in una rete informatica, durante la navigazione sul web scarichiamo e allo stesso tempo carichiamo dati e perciò in qualunque modo noi ci “camufferemo”, ci saranno sempre contromisure per riunire tutte le tracce che lasceremo e risalire alla nostra vera identità.

Perché navigare anonimi su Internet

Sicuramente se avete bisogno di “camuffarvi” avete qualcosa da nascondere, in genere gli scopi sono:

  • Compiere atti illeciti.
  • Proteggere la nostra privacy.
  • Entrambi.

Non è una contraddizione ciò che stiamo dicendo ora con l’introduzione, ma nulla è impossibile se si raggira il sistema.

Come navigare totalmente anonimi su Internet

Ora bisogna ragionare come un hacker, ovvero farsi delle domande e darsi delle risposte. Cosa mi rende tracciabile?

  • Indirizzo IP: Registra la nostra posizione e restituisce il provider di rete.
  • Tabulati provider (gestore): Il provider telefonico gestisce il nostro traffico e conosce a quali server ci connettiamo e le varie operazioni.
  • Indirizzo MAC della scheda di rete : Rende univoca la nostra scheda di rete e perciò vulnerabili.
  • Siti dove inseriamo le nostre credenziali (Youtube,Facebook,Google ecc…): Questi siti registrano le nostre operazioni e inoltre per un’esperienza utente migliore monitorano il nostro traffico.
  • Componenti fisici hardware del dispositivo e relativi codici di serie.

Come non essere rintracciati su Internet

La soluzione la troviamo già nel titolo “Esci di casa”. Il modo migliore per essere anonimi è utilizzare sia tutti i metodi da noi conosciuti ovvero:

  • Cambiare indirizzo IP segui l’articolo come cambiare indirizzo ip del computer.
  • Utilizzare proxy.
  • Cambiare indirizzo MAC.
  • Utilizzare un sistema operativo vergine.
  • Cambio user-agent e monitor size.

Ma cosa più importante non usare la nostra linea di casa nostra se vogliamo avere una protezione del 100%.Se utilizziamo la rete di un altra persona (una rete pubblica come ad esempio di un MC Donald’s o una rete wifi craccata), non dobbiamo preoccuparci dei tabulati del provider, perché ne risponderà l’intestatario della linea. Inoltre cambiando il MAC della scheda di rete, abbiamo un’ ulteriore protezione, perché nel momento in cui ci possano essere dei controlli, la nostra scheda di rete risulterà pulita. Importante anche utilizzare un sistema operativo vergine (ancora meglio se in live) e non connettersi mai autenticati a siti che registrano i nostri movimenti come ad esempio Google e Facebook.

Navigare in anonimo rischi

Ricordiamo che l’utilizzo di questi strumenti sono al limite dell’illegalità, è giusto salvaguardare la propria privacy, ma nel caso si vogliano compiere atti illegali siamo totalmente contrari e perciò non ci assumiamo nessuna responsabilità. Inoltre se si compiono atti illeciti come attacchi informatici e furti di identità. L’utilizzo comune dello stesso strumento informatico in un secondo tempo può compromettere la nostra privacy, ricordiamo inoltre:

  • Violare una rete wifi è un reato.
  • L’utilizzo di proxy in alcuni paesi è vietato (ad esclusione dell’italia).
  • Essere rintracciati in un secondo momento con un utilizzo secondario del dispositivo.

Programmi per navigare su Internet in anonimato

Uno dei più grandi browser, il più criticato e anche il più amato è Tor, questa versione modificata di Firefox si collega direttamente sulle reti Onion permettendo le connessioni in quasi totale anonimato, nessun tracciamento dei dati, nuovo indirizzo IP, segui questo articolo se vuoi sapere come navigare anonimi su internet con Tor (deep web).