Mondo delle stelle, spazio e universo.

Un’auto verso Marte?

Elon Musk, il fondatore dell’agenzia spaziale privata ‘SpaceX’ e dell’azienda automobilistica ‘Tesla Motors’, ha deciso di mandare la sua Tesla Roadster nell’orbita di Marte. L’auto viaggerà non a caso nel Falcon Heavy, il razzo più potente mai realizzato dalla SpaceX: un’unione perfetta tra le due grandi aziende di Musk.

“Adoro il pensiero di un’auto che si muove apparentemente all’infinito nello spazio e che forse potrebbe essere scoperta da una razza aliena fra milioni di anni” | Elon Musk

Posizione della Tesla Roadster | SpaceX

Solo una trovata pubblicitaria?

Senza dubbio quella di spedire una Tesla nello spazio a bordo di un razzo della SpaceX risulta essere una originale ed efficace trovata pubblicitaria, che darà sicuramente molta visibilità alle due aziende.

D’altra parte però questa ‘missione’ sarà fondamentale per il futuro dell’esplorazione spaziale, infatti il razzo che porterà l’auto nello spazio è lo stesso che porterà l’uomo sul pianeta rosso. La parte difficile risulta essere la partenza, infatti il Falcon Heavy eroga una incredibile potenza ed un possibile fallimento non è stato escluso, come ha anche sottolineato Musk: 

«la spinta è impressionante e tutto può succedere».

Il razzo più potente mai costruito.

Il Falcon Heavy è composto da tre Falcon 9 in parallelo: il razzo attualmente usato da SpaceX per portare nello spazio satelliti e per rifornire la ISS (Stazione Spaziale Internazionale). Il Falcon 9 ha nove motori, di conseguenza l’Heavy ha ben 27 motori Merlin 1D alimentati con la speciale miscela cherosene-ossigeno. Attualmente risulta essere il razzo più grande e potente mai costruito: è alto 70 metri, pesa circa 1,4 milioni di kg a pieno carico ed è in grado di portare 64 tonnellate di carico utile in orbita bassa attorno alla Terra e 17 tonnellate verso lo spazio profondo.

I 27 motori del Falcon Heavy | SpaceX

Quando è previsto il lancio?

Il lancio della cherry-red Tesla Roadster è previsto per gennaio dalla storica piattaforma in Florida che ha visto il lancio del razzo Apollo con cui Neil Armstrong è arrivato sulla Luna. 

Ciro Marrazzo

Add comment

home arrow_back